mostra artigianato feltre 2020

mostra artigianato feltre 2021

mostra artigianato feltre 2021

Il Sindaco di Feltre

Giunta alla trentesima edizione, la Mostra dell’artigianato artistico e tradizionale della Città
di Feltre si presenta quest’anno con un programma articolato su tre giorni e molto intenso. Mentre permangono alcuni tratti che da sempre caratterizzano l’evento, quali il concorso di forgiatura, i laboratori, i convegni tematici, il simposio di scultura, da un lato, i concerti e le animazioni culturali, le sfilate in costumi storici, dall’altro, si colgono delle novità interessanti.

Anzitutto il riproporre in tempi diversi i laboratori di forgiatura per i più piccoli, che si collegano idealmente ai laboratori del ferro battuto che da anni vengono organizzati dalla Galleria Rizzarda, poi, di seguito tra le altre novità vi sono un’esposizione di antiquariato, l’importante concerto del gruppo Le Orme al Palaghiaccio e la presenza di Carlo Petrini in teatro per parlare di cibo buono, pulito e giusto. Queste proposte, costituisco un qualificato contorno agli stand che animeranno il Centro storico, al quale quest’anno si accederà gratuitamente.

Gli organizzatori, pur con risorse sempre limitate, hanno saputo rinnovare ancora una volta l’atteso appuntamento che sviluppando la tematica dell’artigianato artistico promuove Feltre e tutto il territorio feltrino nella sua globalità.
Agli organizzatori va il mio primo ringraziamento per l’impegno profuso, così come ringrazio tutti coloro che hanno a cuore la buona riuscita della manifestazione: gli artigiani, gli enti, gli sponsor, le associazioni e i privati cittadini che mettono a disposizione i loro spazi. Agli ospiti va il mio augurio di trascorrere a Feltre un piacevole fine settimana tra manufatti di qualità, proposte culinarie tipiche del nostro territorio e appuntamenti culturali di
approfondimento, nella scenografia artistica e architettonica del Centro storico, che rende ancor più affascinate tutto l’evento.

Il Sindaco
Paolo Perenzin

Il Presidente della Mostra


È questa la mia prima esperienza come presidente della Mostra dell’Artigianato: un incarico accettato perché negli ultimi cinque anni ho imparato ad amare questa manifestazione e vederla annullata sarebbe stato un grande dispiacere.

Devo naturalmente ringraziare il vicepresidente Luciano Gesiot e il direttore amministrativo Dino Cossalter, insieme al Comitato Organizzatore, per la fiducia che mi hanno dimostrato supportandomi in questa decisione.

Un sentito ringraziamento va all’amministrazione comunale che ha fortemente voluto questa 30^ edizione e che nel corso di questi mesi ha collaborato attivamente con la partecipazione della vicesindaco Sabrina Bellumat.

La manifestazione si presenta quest’anno con una formula nuova: da un lato un percorso limitato rispetto agli anni scorsi che porterà, negli androni degli splendidi palazzi messi gentilmente a disposizione dai proprietari e nelle strade, 90 espositori accuratamente selezionati e dall’altro un allargamento dei confini naturali della Mostra. Quest’ultima, infatti, grazie alla collaborazione con il comitato organizzatore della “Fiera dell’oggetto ritrovato” e con il “Comitato Centro Storico” coniugherà l’Artigianato con l’Antiquariato e l’Arte. Non mancheranno come sempre le attività collaterali: convegni, spettacoli e animazioni che per tre giorni cambieranno il volto della cittadella storica.

Doveroso, infine, il riconoscimento a tutti gli sponsor che, con la loro disponibilità, contribuiscono a rendere possibile questa manifestazione, quest’anno più che mai vista l’abolizione del biglietto di ingresso.

Ringrazio con l’occasione le ragazze della segreteria, i ragazzi che curano gli allestimenti, il direttore tecnico, lo scenografo factotum e tutta la squadra tecnica.

Il Presidente
Lara Ceccato

Concorso di forgiatura 2016

Il ferro e la sua lavorazione costituirono per molti anni una delle principale fonti di reddito per le popolazioni del territorio. Nel '400 l'estrazione della materia prima avveniva in Primiero e nell'Agordino ad opera degli operai tedeschi e Feltre diventò un centro di lavorazione e di consumo di manufatti in ferro che venivano anche esportati. Qui, infatti, vengono create spade per la Repubblica di Venezia e per gli eserciti europei arrivando ad una produzione di circa 25.000 elementi all'anno.

Feltre ha dato i natali anche a Carlo Rizzarda, maestro del ferro battuto, a cui è intitolata la Galleria che ha sede nella cittadella storica e che costituisce l'unico museo in Europa sul ferro battuto con oltre 400 manufatti e numerose opere di artisti moderni come Casorati, Schiele, Wildt, Picasso e Chagall.

Ogni anno nel corso della Mostra si svolge il concorso di forgiatura che vede sfidarsi i maestri del ferro battuto. Viene inoltre assegnato il premio in memoria di Carlo Rizzarda.


 

icona pdf Scarica REGOLAMENTO e modulo di ISCRIZIONE

Documento in formato .PDF

Mostra dell'artigianato artistico e tradizione città di Feltre

Si svolgerà il 24,25,26 e 27 giugno 2021 a Feltre, la 35ª edizione della Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale.

La manifestazione nasce nel 1986 con l’intento di dare spazio e visibilità all’artigianato di qualità in un contesto unico al mondo: il centro storico di Feltre. In occasione della Mostra gli androni dei palazzi, le strade e le antiche case diventano la cornice ideale per l’esposizione dei prodotti artigianali, che attirano un pubblico sempre più numeroso.

Protagonisti anche quest’anno i fabbri che parteciperanno al concorso di forgiatura e al premio intitolato al maestro Carlo Rizzarda. Durante la 4 giorni si terranno, inoltre, numerosi spettacoli all’interno della cittadella medievale di Feltre.